Come e chi entra a far parte della Chiesa?

 

 

Caro Amici, Fratelli e Sorelle in questo articolo voglio rispondere ad una domanda che tanti si fanno. Come e chi entra a far parte della Chiesa?
All’inzio esisteva una sola chiesa quella degli apostoli, poi essa divenne nel tempo la chiesa che oggi noi chiamiamo “cattolica” (cattolica=Universale: attributo della Chiesa apostolica romana).

Già al tempo degli Apostoli stavano nascendo altre “chiese” create da personaggi che usando “Cristo” come base filosofica aggregavano persone ma solo per loro interesse personale. La chiesa Cattolica rimase comunque la chiesa principale quella “fondata su Pietro” fino alla scissione “protestante”, successivamente sono nate decine di “chiese” con vari edenominazioni. Oggi abbiamo un proliferare di “gruppi Cristiani” che spesso non hanno riferimento con nessuna dei due “rami” principali Cattolica e Protestante. Sono Gruppi a se stante con idee spesso piuttosto “originali”.

Le chiese principali sono state fondate da almeno 100 anni, alcune da qualche secolo. Questo significa che coloro che hanno fondato la chiesa non avevano a disposizione molti scritti e studi, ad eccezione della chiesa cattolica che ha sempre avuto nella sua biblioteca una vastità di documenti.

La persona o il gruppo iniziale delle “chiese” aveva a disposizione solo una bibbia, spesso non tradotta in maniera precisa, non potevano certo contare su tecnologie di ricerca come i moderni computer con programmi in grado di trovare termini, parole o frasi in pochi attimi cercando in tutto il testo.

Non si potevano “confrontare” tra di loro diverse traduzioni o reperire testi originali in Greco o altra lingua.

La conoscenza e l’istruzione di queste persone era quasi sempre molto bassa, il loro mondo era profondamete diverso da quello di oggi. La quasi totalità delle persone nasceva, viveva e moriva nello stesso posto non sapeva nulla del resto del mondo, non sapeva cosa succedesse a luoghi distanti 200 chilometri!

Anche quando la tecnologia fece nascere il “treno” e poi il “telegrafo e la radio” le persone allargano di poco i loro orizzonti di vita. Dobbiamo anche comprendere che erano quasi nella totalità non capaci di leggere e scrivere. Avere un libro era una cosa per davvero una elite di persone.

in questo mondo dove si viveva molto duramente era facile trovare argomenti che facessero presa sulla gente e quindo creare “gruppi religiosi” …. La quasi totalità di queste chiese – Gruppi si basava su idee personali del suo fondatore e la cosa incredibile e che alcuni gruppi hanno anche oggi le stesse idee anche se ormai ci sono prove della loro inesattezza!

 

La domanda  è quali argomenti usano e usavano per fare “Fedeli” ? 

 

 

  • sette, sedicenti guru e santoni  manipolano le persone sfruttandone la mancanza di autostima, la carenza di affetto, il bisogno di scoprire se stessi e Dio
  • bisogni psicologici inconsci soddisfatti dalla nuova “fede”
  • viene agganciato dai manipolatori se sei in un momento di stress o di confusione, oppure in crisi per un cambiamento (rottura di una relazione, bocciatura o termine degli studi, licenziamento, lutto…)
  • utilizzando i principi del marketing ( che sono esitenti da secoli)
  • i reclutatori elargiscono spontaneamente dei favori che la persona si sente in dovere di ricambiare (principio della reciprocità)
  • si fanno benvolere perché dimostrano di apprezzare il soggetto e di essergli in qualche modo simili (principio di simpatia)
  •  la persona viene indottrinata, cioè istruita sui principi del gruppo grazie a conferenze, corsi, seminari, libri, siti internet, riunioni di studio, di preghiera o altro
  • L’indottrinamento è in genere seguito dalla richiesta di partecipazione, di impegno in attività di “volontariato”: attenzione, perché a questo punto lo scopo principale dei manipolatori potrebbe solo essere quello di controllare il neo-affiliato dandogli qualcosa da fare e mettere alla prova la sua lealtà

La principale Molla usata da secoli e sempre la stessa

Sei infelice?” per fare sì che le persone si concentrino, in modo inconsapevole, solo su ciò che non va nelle loro vite e, perciò, si sentano più attratte ad accettare la proposta di un “percorso di cambiamento” promesso dalla setta.

Insomma, i manipolatori fanno leva sull’insoddisfazione personale per trovare il maggior numero possibile di vittime

 

Queste sono le tecniche principali, ma nelle chiese si usa spesso “la Salvezza” sostituta della “perdizione”.

Chi fa parte della “chiesa” è salvo… andra in “paradiso” se ci sarà “armaghedon” verrà salvato e portato in un luogo dove nessuno gli farà del male. Sarà protetto nella sua vita da Tutto e da Tutti. Insomma si va leva sulla PAURA della persona o sulla offerta di “protezione” 

Altra Motivazione che fa leva sulla persona “è di essere speciale un eletto”  quindi una persona con privilegi.

Quindi le chiese di secoli indietro ebbero una facilità nel trovare fedeli e crescere enormemente, inoltre quasi nella totalità i fedeli dovevano versare del denaro obbligatorio per essere nella chiesa, contribuendo ad un arricchimento enorme della “classe dirigente” della chiesa. Questo avviene anche oggi, anzi visto la situazione in cui il mondo moderno si trova e molto facile trovare delle persone a cui promettere una vita migliore, debbo aggiungere ch euna delle nuove motivazioni e la SOLITUDINE in cui tanti si ritrovano.

 

ADESSO VEDIAMO COSA DICE INVECE LA PAROLA DI DIO

Cari amici e fratelli non commenterò le scritture sotto, non scrivero mie considerazioni. Ma lascero che DIO vi guidi nella loro lettura e se LUI vorra vi faccia capire quale è la vera via della Chiesa Spirituale e come Dio la crei non per volonta di uomo, ma solo per sua scelta. E che essere parte della Chiesa di Dio Spirituale non è “essere salvati” non è “sfuggire alla tribolazione o alla sofferenza”. Si entra in una grande famiglia con fratelli e sorelle che hanno amore gli uni per gli altri, ma essere “soldati di Dio” ha un prezzo 

 

Inoltre nei Vangeli troviamo questo brano 

Matteo 13

 

3 Egli parlò loro di molte cose in parabole…..
9 Chi ha orecchi intenda…..
10 Gli si avvicinarono allora i discepoli e gli dissero: «Perché parli loro in parabole?».
11 Egli rispose: «Perché a voi è dato di conoscere i misteri del regno dei cieli, ma a loro non è dato. 12 Così a chi ha sarà dato e sarà nell’abbondanza; e a chi non ha sarà tolto anche quello che ha. 13 Per questo parlo loro in parabole: perché pur vedendo non vedono, e pur udendo non odono e non comprendono. 14 E così si adempie per loro la profezia di Isaia che dice:
Voi udrete, ma non comprenderete,
guarderete, ma non vedrete…..

In questo e in altri Brani si legge che la “verità di Dio” non puo essere compresa se non da chi Dio ha “aperto il cuore”, Se Dio è in Voi e Voi in lui allora le scriture sotto saranno parole chiare… 

 

Efesini 6

 

10 Per il resto, attingete forza nel Signore e nel vigore della sua potenza. 11 Rivestitevi dell’armatura di Dio, per poter resistere alle insidie del diavolo. 12 La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti.
13 Prendete perciò l’armatura di Dio, perché possiate resistere nel giorno malvagio e restare in piedi dopo aver superato tutte le prove. 14 State dunque ben fermi, cinti i fianchi con la verità, rivestiti con la corazza della giustizia, 15 e avendo come calzatura ai piedi lo zelo per propagare il vangelo della pace. 16 Tenete sempre in mano lo scudo della fede, con il quale potrete spegnere tutti i dardi infuocati del maligno; 17 prendete anche l’elmo della salvezza e la spada dello Spirito, cioè la parola di Dio. 18 Pregate inoltre incessantemente con ogni sorta di preghiere e di suppliche nello Spirito, vigilando a questo scopo con ogni perseveranza e pregando per tutti i santi, 19 e anche per me, perché quando apro la bocca mi sia data una parola franca, per far conoscere il mistero del vangelo, 20 del quale sono ambasciatore in catene, e io possa annunziarlo con franchezza come è mio dovere.

 

Gesù chiama i primi discepoli: quattro pescatori
(vedi Marco 1, 16-20; Luca 5, 1-11)

18Un giorno, mentre camminava lungo la riva del lago di Galilea, Gesù vide due pescatori che stavano gettando le reti nel lago: erano Simone (che poi sarà chiamato Pietro) e suo fratello Andrea. 19Disse loro: ‘Seguitemi, vi farò diventare pescatori di uomini’. 20E quelli, subito, abbandonarono le reti e lo seguirono.
21Poco più avanti, Gesù vide altri due fratelli: erano Giacomo e Giovanni, i figli di Zebedèo. Essi stavano nella barca con il padre e riparavano le reti. Quando li vide, Gesù li chiamò. 22Essi lasciarono subito la barca e il padre, e seguirono Gesù.

 Vorrei che rifletti  su questo primo passo dei vangeli. Pietro e suo Fratello non erano in cerca di Cristo, loro stavano facendo il loro lavoro. Cosi anche Giacomo e Giovanni. Avevano una famiglia e  sicuramente la loro vita non era vuota. Cristo li chiamò e loro scelsero di abbandonare il loro lavoro e la loro vita per qualcuno di cui non sapevano nulla, e andare con lui senza sapere dove e cosa sarebbe loro successo. Comprendi? Molti cercano Dio senza trovarlo mai, Lui già  conosce se il tuo “cuore” è con Cristo suo figlio. Egli sceglie tra le persone del mondo  quelle che servono alla sua “Missione” egli fa come Cristo “ti chiama…. e di dice seguimi” puoi seguirlo o rimanere dove sei. 

================

Giovanni 6,41-59

41 Intanto i Giudei mormoravano di lui perché aveva detto: «Io sono il pane disceso dal cielo». 42 E dicevano: «Costui non è forse Gesù, il figlio di Giuseppe? Di lui conosciamo il padre e la madre. Come può dunque dire: Sono disceso dal cielo?».
43 Gesù rispose: «Non mormorate tra di voi. 44 Nessuno può venire a me, se non lo attira il Padre che mi ha mandato; e io lo risusciterò nell’ultimo giorno. 

================

1Tessalonicesi 3

1 Per questo, non potendo più resistere, abbiamo deciso di restare soli ad Atene 2 e abbiamo inviato Timòteo, nostro fratello e collaboratore di Dio nel vangelo di Cristo, per confermarvi ed esortarvi nella vostra fede, 3 perché nessuno si lasci turbare in queste tribolazioni. Voi stessi, infatti, sapete che a questo siamo destinati; 4 già quando eravamo tra voi, vi preannunziavamo che avremmo dovuto subire tribolazioni, come in realtà è accaduto e voi ben sapete. 5 Per questo, non potendo più resistere, mandai a prendere notizie sulla vostra fede, per timore che il tentatore vi avesse tentati e così diventasse vana la nostra fatica…… 

=================

1Pietro 1,6-9

6 Perciò voi esultate anche se ora, per breve tempo, è necessario che siate afflitti da svariate prove7 affinché la vostra fede, che viene messa alla prova, che è ben più preziosa dell’oro che perisce, e tuttavia è provato con il fuoco, sia motivo di lode, di gloria e di onore al momento della manifestazione di Gesù Cristo. 8 Benché non lo abbiate visto, voi lo amate; credendo in lui, benché ora non lo vediate, voi esultate di gioia ineffabile e gloriosa, 9 ottenendo il fine della vostra fede: la salvezza delle anime.

===============

Giovanni 15:18-21

18 Se il mondo vi odia, sappiate che prima di voi ha odiato me. 19 Se foste del mondo, il mondo amerebbe ciò che è suo; poiché invece non siete del mondo, ma io vi ho scelti dal mondo, per questo il mondo vi odia. 20 Ricordatevi della parola che vi ho detto: Un servo non è più grande del suo padrone. Se hanno perseguitato me, perseguiteranno anche voi; se hanno osservato la mia parola, osserveranno anche la vostra. 21 Ma tutto questo vi faranno a causa del mio nome, perché non conoscono colui che mi ha mandato.

================

Matteo 5,3-12

11 Beati voi, quando vi insulteranno e vi perseguiteranno e, mentendo, diranno contro di voi ogni sorta di male per causa mia12 Rallegratevi e giubilate, perché il vostro premio è grande nei cieli; poiché così hanno perseguitato i profeti che sono stati prima di voi.

===============

2Corinzi 11,14-15

14 Non c’è da meravigliarsene, perché anche Satana si traveste da angelo di luce. 15 Non è dunque cosa eccezionale se anche i suoi servitori si travestono da servitori di giustizia; la loro fine sarà secondo le loro opere.

==================

2Timoteo 3

1 Devi anche sapere che negli ultimi tempi verranno momenti difficili. 2 Gli uomini saranno egoisti, amanti del denaro, vanitosi, orgogliosi, bestemmiatori, ribelli ai genitori, ingrati, senza religione, 3 senza amore, sleali, maldicenti, intemperanti, intrattabili, nemici del bene, 4 traditori, sfrontati, accecati dall’orgoglio, attaccati ai piaceri più che a Dio, 5 con la parvenza della pietà, mentre ne hanno rinnegata la forza interiore. Guardati bene da costoro! 6 Al loro numero appartengono certi tali che entrano nelle case e accalappiano donnicciole cariche di peccati, mosse da passioni di ogni genere, 7 che stanno sempre lì ad imparare, senza riuscire mai a giungere alla conoscenza della verità. 8 Sull’esempio di Iannes e di Iambres che si opposero a Mosè, anche costoro si oppongono alla verità: uomini dalla mente corrotta e riprovati in materia di fede. 9 Costoro però non progrediranno oltre, perché la loro stoltezza sarà manifestata a tutti, come avvenne per quelli.
10 Tu invece mi hai seguito da vicino nell’insegnamento, nella condotta, nei propositi, nella fede, nella magnanimità, nell’amore del prossimo, nella pazienza, 11 nelle persecuzioni, nelle sofferenze, come quelle che incontrai ad Antiochia, a Icònio e a Listri. Tu sai bene quali persecuzioni ho sofferto. Eppure il Signore mi ha liberato da tutte. 12 Del resto, tutti quelli che vogliono vivere piamente in Cristo Gesù saranno perseguitati. 13 Ma i malvagi e gli impostori andranno sempre di male in peggio, ingannatori e ingannati nello stesso tempo. 14 Tu però rimani saldo in quello che hai imparato e di cui sei convinto, sapendo da chi l’hai appreso 15 e che fin dall’infanzia conosci le sacre Scritture: queste possono istruirti per la salvezza, che si ottiene per mezzo della fede in Cristo Gesù. 16 Tutta la Scrittura infatti è ispirata da Dio e utile per insegnare, convincere, correggere e formare alla giustizia, perché l’uomo di Dio sia completo e ben preparato per ogni opera buona.

===============

Matteo 24

1 Mentre Gesù, uscito dal tempio, se ne andava, gli si avvicinarono i suoi discepoli per fargli osservare le costruzioni del tempio. 2 Gesù disse loro: «Vedete tutte queste cose? In verità vi dico, non resterà qui pietra su pietra che non venga diroccata».
3 Sedutosi poi sul monte degli Ulivi, i suoi discepoli gli si avvicinarono e, in disparte, gli dissero: «Dicci quando accadranno queste cose, e quale sarà il segno della tua venuta e della fine del mondo».
4 Gesù rispose: «Guardate che nessuno vi inganni; 5 molti verranno nel mio nome, dicendo: Io sono il Cristo, e trarranno molti in inganno. 6 Sentirete poi parlare di guerre e di rumori di guerre. Guardate di non allarmarvi; è necessario che tutto questo avvenga, ma non è ancora la fine. 7 Si solleverà popolo contro popolo e regno contro regno; vi saranno carestie e terremoti in vari luoghi; 8 ma tutto questo è solo l’inizio dei dolori. 9 Allora vi consegneranno ai supplizi e vi uccideranno, e sarete odiati da tutti i popoli a causa del mio nome. 10 Molti ne resteranno scandalizzati, ed essi si tradiranno e odieranno a vicenda. 11 Sorgeranno molti falsi profeti e inganneranno molti; 12 per il dilagare dell’iniquità, l’amore di molti si raffredderà. 13 Ma chi persevererà sino alla fine, sarà salvato. 14 Frattanto questo vangelo del regno sarà annunziato in tutto il mondo, perché ne sia resa testimonianza a tutte le genti; e allora verrà la fine.
15 Quando dunque vedrete l’abominio della desolazione, di cui parlò il profeta Daniele, stare nel luogo santo – chi legge comprenda -, 16 allora quelli che sono in Giudea fuggano ai monti, 17 chi si trova sulla terrazza non scenda a prendere la roba di casa, 18 e chi si trova nel campo non torni indietro a prendersi il mantello. 19 Guai alle donne incinte e a quelle che allatteranno in quei giorni. 20 Pregate perché la vostra fuga non accada d’inverno o di sabato.
21 Poiché vi sarà allora una tribolazione grande, quale mai avvenne dall’inizio del mondo fino a ora, né mai più ci sarà. 22 E se quei giorni non fossero abbreviati, nessun vivente si salverebbe; ma a causa degli eletti quei giorni saranno abbreviati. 23 Allora se qualcuno vi dirà: Ecco, il Cristo è qui, o: È là, non ci credete. 24 Sorgeranno infatti falsi cristi e falsi profeti e faranno grandi portenti e miracoli, così da indurre in errore, se possibile, anche gli eletti. 25 Ecco, io ve l’ho predetto.
26 Se dunque vi diranno: Ecco, è nel deserto, non ci andate; o: È in casa, non ci credete. 27 Come la folgore viene da oriente e brilla fino a occidente, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo. 28 Dovunque sarà il cadavere, ivi si raduneranno gli avvoltoi.
29 Subito dopo la tribolazione di quei giorni,
il sole si oscurerà, la luna non darà più la sua luce,
gli astri cadranno dal cielo e le potenze dei cieli saranno sconvolte
.

30 Allora comparirà nel cielo il segno del Figlio dell’uomo e allora si batteranno il petto tutte le tribù della terra, e vedranno il Figlio dell’uomo venire sopra le nubi del cielo con grande potenza e gloria. 31 Egli manderà i suoi angeli con una grande tromba e raduneranno tutti i suoi eletti dai quattro venti, da un estremo all’altro dei cieli.
32 Dal fico poi imparate la parabola: quando ormai il suo ramo diventa tenero e spuntano le foglie, sapete che l’estate è vicina. 33 Così anche voi, quando vedrete tutte queste cose, sappiate che Egli è proprio alle porte. 34 In verità vi dico: non passerà questa generazione prima che tutto questo accada. 35 Il cielo e la terra passeranno, ma le mie parole non passeranno.
36 Quanto a quel giorno e a quell’ora, però, nessuno lo sa, neanche gli angeli del cielo e neppure il Figlio, ma solo il Padre.
37 Come fu ai giorni di Noè, così sarà la venuta del Figlio dell’uomo. 38 Infatti, come nei giorni che precedettero il diluvio mangiavano e bevevano, prendevano moglie e marito, fino a quando Noè entrò nell’arca, 39 e non si accorsero di nulla finché venne il diluvio e inghiottì tutti, così sarà anche alla venuta del Figlio dell’uomo. 40 Allora due uomini saranno nel campo: uno sarà preso e l’altro lasciato. 41 Due donne macineranno alla mola: una sarà presa e l’altra lasciata.
42 Vegliate dunque, perché non sapete in quale giorno il Signore vostro verrà. 43 Questo considerate: se il padrone di casa sapesse in quale ora della notte viene il ladro, veglierebbe e non si lascerebbe scassinare la casa. 44 Perciò anche voi state pronti, perché nell’ora che non immaginate, il Figlio dell’uomo verrà.
45 Qual è dunque il servo fidato e prudente che il padrone ha preposto ai suoi domestici con l’incarico di dar loro il cibo al tempo dovuto? 46 Beato quel servo che il padrone al suo ritorno troverà ad agire così! 47 In verità vi dico: gli affiderà l’amministrazione di tutti i suoi beni. 48 Ma se questo servo malvagio dicesse in cuor suo: Il mio padrone tarda a venire, 49 e cominciasse a percuotere i suoi compagni e a bere e a mangiare con gli ubriaconi, 50 arriverà il padrone quando il servo non se l’aspetta e nell’ora che non sa, 51 lo punirà con rigore e gli infliggerà la sorte che gli ipocriti si meritano: e là sarà pianto e stridore di denti.

============

Romani 10,9-17

9 perché, se con la bocca avrai confessato Gesù come Signore e avrai creduto con il cuore che Dio lo ha risuscitato dai morti, sarai salvato; 10 infatti con il cuore si crede per ottenere la giustizia e con la bocca si fa confessione per essere salvati. 11 Difatti la Scrittura dice:
«Chiunque crede in lui, non sarà deluso».
12 Poiché non c’è distinzione tra Giudeo e Greco, essendo egli lo stesso Signore di tutti, ricco verso tutti quelli che lo invocano. 13 Infatti chiunque avrà invocato il nome del Signore sarà salvato.

Mr 16:15-16, 20; At 13:45-49; Is 49:4-6
14 Ora, come invocheranno colui nel quale non hanno creduto? E come crederanno in colui del quale non hanno sentito parlare? E come potranno sentirne parlare, se non c’è chi lo annunci? 15 E come annunceranno se non sono mandati? Com’è scritto:
«Quanto sono belli
i piedi di quelli che annunciano buone notizie

16 Ma non tutti hanno ubbidito alla buona notizia; Isaia infatti dice:
«Signore, chi ha creduto alla nostra predicazione
17 Così la fede viene da ciò che si ascolta, e ciò che si ascolta viene dalla parola di Cristo.

================

Atti 19:2

Egli disse loro: «Riceveste lo Spirito Santo quando credeste?» Gli risposero: «Non abbiamo neppure sentito dire che ci sia lo Spirito Santo».

=================

1Corinzi 6:19

Non sapete che il vostro corpo è il tempio dello Spirito Santo che è in voi e che avete ricevuto da Dio? Quindi non appartenete a voi stessi.

=================

1Pietro 1:12

E fu loro rivelato che non per se stessi, ma per voi, amministravano quelle cose che ora vi sono state annunciate da coloro che vi hanno predicato il vangelo, mediante lo Spirito Santo inviato dal cielo: cose nelle quali gli angeli bramano penetrare con i loro sguardi.

 

image_pdfsacrica in PDFimage_printStampa
Direttore
Author: Direttore